Vacanze a Bressanone
Scoprite il capoluogo della Valle Isarco…
Bressanone… il centro della Valle Isarco
Bressanone si trova a metà strada tra il Brennero e Bolzano, alla confluenza di Isarco e Rienza. La città, documentata per la prima nel 901 DC come "Prihsna", è la città più antica di tutto il Tirolo e il capoluogo della Valle Isarco. Con i suoi circa 19.000 abitanti, Bressanone oggi è la terza città per grandezza dell’Alto Adige.

Bressanone… città congressuale
Bressanone è una destinazione eccellente per i convegni! Centri congressi moderni, distanze brevi, un centro storico affascinante, tanti negozi e una proposte variegate nel programma di attività turistiche, gastronomiche e culturali rendono la città veramente speciale!

Bressanone… moderna città dello sport
Bressanone è la città ideale per sportivi ed associazioni sportive! La città ha dimostrato la sua competenza in fatto di sport ad esempio come sede dei Campionati Mondiali U18 di atletica leggera nel 2009! Per le associazioni vi sono diversi palasport e campi da allenamento, e anche ai privati Bressanone e dintorni offrono una vasta gamma di proposte. Nuoto, sauna e benessere alla piscina Acquarena, mountain biking sulla Plose, ciclismo lungo l’Isarco, nordic walking, equitazione, tennis e paragliding d’estate, sci, slittino, snowboard d’inverno!

2778-domplatz-brixen brixen-dom

Bressanone… città della cultura
Bressanone, oltre ad offrire relax e calore, è una città molto interessante anche dal punto di vista culturale. Il freddo fascino del nord e l’eleganza del sud: è questa miscela che rende l’atmosfera a Bressanone così unica! Il centro storico di Bressanone ammalia con i suoi piccoli portici, il Duomo, la „Torre Bianca“, il Museo Diocesano Hofburg con il suo museo di presepi e la via crucis, uno dei maggiori monumenti per quanto riguarda le pitture murali dell’arco alpino con preziosi affreschi risalenti ai secoli XIV-XVI.

Bressanone… città universitaria
Bressanone è anche città di formazione: accanto allo Studio Teologico Accademico e alla facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano, anche l’Università di Padova ha una sua sede distaccata a Bressanone.

Bressanone… città vescovile
Bressanone è il centro ecclesiastico dell’Alto Adige e si divide la sede vescovile con il capoluogo Bolzano. Papa Benedetto XVI, i cui antenati sono originari dei dintorni di Bressanone, ha visitato la città diverse volte, e vi ha passato la sua vacanza estiva 2008.



I 10 tesori di Bressanone e dintorni da non perdere:

1 Il centro storico di Bressanone è un magico insieme di arte e cultura. I suoi vicoli, ricchi di più di mille anni di storia, meritano davvero una passeggiata. Gli edifici della città vescovile sembrano usciti da una fiaba.

2 Bressanone offre numerose opportunità di fare acquisti. Qui troverete botteghe d’artigianato locale, atelier d’arte, laboratori unici nei quali di frequente è possibile trovare l’artista a lavoro come anche negozi di moda da brand internazionali a quelli locali. Gli amanti dei prodotti autentici e naturali possono trovarne una vasta scelta ai mercati dei contadini di Bressanone e Chiusa: tutti a chilometro zero, senza intermediari e, di conseguenza, senza perdere la qualità del prodotto: una goduria anche solo per gli occhi e per il naso, oltre che per il palato!

3 La Hofburg, il Palazzo Vescovile di Bressanone vanta storicamente e artisticamente di essere tra i monumenti più importanti della regione alpina e si presenta come un affascinante mix di Rinascimento e Barocco. Oltre alle raccolte del Museo Diocesano, anche negli interni la Hofburg conserva una serie di opere d’arte e architettoniche notevoli nonché l’appartamento imperiale e quello vescovile. Un palazzo che vale sempre la pena visitare.

4 I raggi di sole più caldi e il cinguettio allegro degli uccelli invitano ad uscire, ovunque iniziano a sbocciare fiori e il verde torna ad essere più intenso. Nelle montagne e nelle valli circostanti Bressanone la primavera è qualcosa di molto speciale. Molti i percorsi a piedi panoramici che invitano a scoprire i dintorni come il sentiero delle vigne che attraversa vigneti e meleti della zona.

5 L’Abbazia di Novacella nei pressi di Bressanone rimane a tutt'oggi il più grande complesso di edifici religiosi e civili del Tirolo. È d'obbligo la visita alla pinacoteca e alla biblioteca, le quali custodiscono dipinti e scritti antichi di immenso valore. Attorno all'Abbazia di Novacella si trovano i vigneti più settentrionali d’Italia che producono famosi vini bianchi, come il Sylvaner, il Müller Thurgau e il Kerner.

6 Il noto Forte di Fortezza, una delle più imponenti fortificazioni dell’intero arco alpino, risale al XIX secolo. Costruito per garantire la sicurezza della viabilità lungo la strada del Brennero fino all’Alta Valle Isarco oggi è un museo. La leggenda narra che la Banca Nazionale d’Italia, durante la Seconda guerra mondiale, abbia nascosto qui il suo oro, un vero e proprio tesoro. Motivo in più per andare alla scoperta del forte.

7 Perdendosi nei caratteristici vicoli stretti di Chiusa, la cittadina medioevale sull’Isarco, inserita nella lista dei borghi più belli d’Italia si respira un’atmosfera d’altri tempi. Il suo centro storico racchiude scorci pittoreschi che ne hanno sancito la fortuna soprattutto a livello artistico. Da non perdere una visita al suo Museo Civico. (foto Chiusa)

8 Chiamato anche “Acropoli del Tirolo”, il monastero di Sabiona raggiungibile solo a piedi da Chiusa merita grande attenzione. Sabiona, con le sue chiese e il monastero, è tra i complessi storici di maggior pregio dell'Alto Adige. Archeologia, storia, arte e spiritualità ne affascinano da sempre i visitatori. L’edificio che ospita il convento in sé non è aperto al pubblico, mentre sono visitabili alcune chiese ed una cappella.

9 Castel Velturno (sopra Bressanone) è il più sfarzoso e meno noto dei manieri dell’Alto Adige. A dispetto dell’esterno, semplice e massiccio, dentro è un trionfo di boiserie, stufe di porcellana, soffitti a cassettoni e dipinti. Il castello fungeva da residenza estiva dei vescovi di Bressanone fino alla secolarizzazione nel 1803. Oggi, adibito a museo sulla cultura contadina locale in cui sono esposti manufatti e utensili per uso agricolo e artigianale, è una delle perle della Valle Isarco.

10 Con nuove creazioni e adattamenti ai gusti moderni la gastronomia locale ha raggiunto livelli ottimi con una ricchezza incredibile di piatti prelibati, rispecchiando anche molta abilità e la voglia di evolversi. Non resta che venire a scoprire le prelibatezze della Valle Isarco ed è una promessa, che nel sostare nei tradizionali ristoranti per gustare piatti tipici e ottimi vini, anche il vostro palato non resterà deluso.



Il vostro albergo a Bressanone: Hotel Millanderhof
L’Hotel Millanderhof vi offre tutto ciò che serve per una bella vacanza a Bressanone: camere e suite moderne, una cucina eccellente, una posizione ottima, collegamenti perfetti e gente cordiale. Entrate, e sentitevi a casa!
 
Hotel Millanderhof
Fam. Knapp
Plosestr. 58 / Via Plose
I- 39042 Brixen /Bressanone
T +39 0472 833 834
F +39 0472 835 124